Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Venezia

ODCEC di Venezia

Osservatorio media ODCEC del Triveneto

Contenzioso tributario è cresciuto l'arretrato in primo grado e in appello

«Non è facile commentare dati riferiti ad un annus horribilis come il 2020 per le note ragioni epidemiologiche» dichiara Carmen Pezzuto, consigliere dell'Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Padova «Certamente il calo dei ricorsi è imputabile al ridotto numero di notifiche degli atti impositivi, bloccate dai decreti emergenziali, mentre l'incremento delle cause pendenti denuncia la grave difficoltà in cui si sono trovate ad operare le Commissioni tributarie, anche dopo la ripresa dell'attività giudiziaria».

Società non quotate, ancora poche le donne e i giovani nei cda

Sotto la lente 110mila società di capitali del Triveneto analizzate dall'Ordine dei Commercialisti di Treviso e dall'Università Ca' Foscari di Venezia: a Bolzano si trova il minor numero di presenze femminili mentre a Vicenza il maggiore

Le redini dei consigli agli uomini over 50

Le connessioni partecipative tra donne componenti dei cda risultano superiori nella stessa provincia o nelle reti d'impresa più piccole, perché la loro presenza è superiore nelle realtà meno dimensionate

L'impatto del Coronavirus sull'economia veronese

«I contributi previsti nell'ultimo decreto sono sicuramente una boccata d'ossigeno indispensabile», dichiara Alberto Mion presidente dell'Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Verona, «soprattutto se è vero che l'erogazione avverrà in tempi molto ravvicinati. In molti casi peraltro si tratterrà di contributi che non aiuteranno né a risolvere i problemi immediati di liquidità né a capire in prospettiva futura...

Focus sulle quote di genere nei cda

L'ODCEC di Treviso e l'Università Ca' Foscari hanno analizzato CDA e Collegi Sindacali di oltre 100 mila società di capitali non quotate del Triveneto

DI sostegni, la corsa dei consulenti

I commercialisti: "Da un anno tempestati da decreti e richieste. L'economia locale in ginocchio"

l'ingiustizia sôcîale

L' emergenza sanitaria ci ha messo di fronte a una emergenza di carattere economico che si sta piano piano trasformando in emergenza sociale. Quel che è peggio è che rischia di diventare così pesante per una parte della popolazione da creare una vera e propria contrapposizione fra categorie di lavoratori, o per meglio dire, fra categorie di percettori di reddito". A dirlo è Alberto Camilotti, presidente dell'Ordine dei commercialisti di Udine.

I ristori sono ridicoli: elemosina

Saranno 1.4641e partitelva polesane che, accedendo ai ristori, si fermeranno alla cifra più bassa. Come ha rivelato l'ordine dei commercialisti di Rovigo, che ha analizzato la questione ristori. Ovviamente, ogni caso va analizzato in base alla propria situazione economica, ma, anche per citare le parole del presidente dell'ordine professionale polesano, Michele Ghirardini, sono "del tutto inadeguati".

Sostegni insufficienti

Le novità ci sono dal governo ma i sostegni sono insufficienti. «Il decreto Sostegni è sicuramente un passo avanti rispetto al passato - dichiara ancora il presidente dell'Ordine dei commercialisti e degli esperti contabili di Udine - soprattutto perché non vengono più discriminate le partite Iva ordinistiche che finalmente assumono dignità e potranno, come tutte le altre avere dei benefici qualora abbiano incontrato cali di fatturato.

I ristori sono una carità

'ordine dei commercialisti di Rovigo, che ha analizzato la questione ristori. Che si rivelano "del tutto inadeguati", per citare le parole del presidente dell'ordine professionale polesano, Michele Ghirardini.